Con 1 stella sulla guida Michelin e uno stile culinario modernissimo, lo chef Marcel Ravin orchestras con maestria il superbo ristorante monegasco Le Blue Bay.

Marcel RavinLa cornice contemporanea e decisamente tendenza del Blue Bay – il ristorante simbolo del Monte-Carlo Bay, fa da palcoscenico ad una cucina meticciata, autentico invito ad un viaggio sensoriale sotto la guida da maestro di Marcel Ravin, che associa a meraviglia spezie, erbe aromatiche e sapori. Dalla sua cucina aperta, lo Chef sorveglia la sala e dà l’ultimo tocco ai piatti, che sono una delizia per gli occhi come per il palato.

 

Il percorso di Marcel Ravin segue una linea ascendente perfetta, da quando ha lasciato la sua Martinica natale per la Francia metropolitana all’età di 17 anni, dopo aver ottenuto il diploma al CFA di Rivière-Salée. Inizia la sua carriera in Alsazia, presso un Relais & Châteaux distinto dalle guide gastronomiche, poi perfeziona la sua esperienza in diversi locali dell’Est della Francia. Di ritorno alle Antille, a 25 anni, diventa chef di un hotel 4 stelle di 40 camere e conquista poi una «chiave d’oro» sulla guida Gault-Millau nel miglior ristorante gastronomico dell’isola.

 

A 30 anni, rientra in Francia, e diventa aiuto-chef al Bistroquet (una stella sulla guida Michelin), a Nancy. Queste esperienze lo condurranno poi a Lione, dove rilancerà il ristorante gastronomico del Méridien Part-Dieu, «L’Arc en ciel», come executive sous-chef.

Infine, forte della doppia esperienza in ristoranti di alto livello ed in gestione di banchetti in grandi alberghi, Marcel Ravin diventa capo-cuoco del Méridien di Bruxelles ed in particolare del ristorante “L’Epicerie”, dove il suo talento verrà più volte ricompensato.

 

Nel 2005 questo Chef dei Caraibi apre, in qualità di executive chef, il Monte-Carlo Bay Hotel & Resort, in splendida posizione davanti al Mediterraneo, dove si può scegliere tra i molti tavoli disseminati su questo angolo di Costa Azzurra strappato al mare: l’Orange Verte, il ristorante estivo Las Brisas, nonché i numerosi banchetti destinati a tenersi in questo resort a quattro stelle. Accettando la proposta di Sergio Mangini, primo direttore generale del Monte-Carlo Bay, Marcel Ravin, volendo ricordare la tradizione culinaria della sua isola natale, prende a coniugare tale stile con i doni del sud della Francia e del mare, così cari ai monegaschi.

 

Proprio come Alain Ducasse, monegasco d’adozione, formato presso Alain Chapel, Mionnay, figlio delle Landes, Marcel Ravin si porta appresso il ricordo dei piatti della sua terra d’origine, le spezie, i prodotti e le ricette, in tutta la loro originalità segnata dal territorio caraibico: è ciò che lo Chef del Monte-Carlo Bay definisce il suo «palato mentale» nella sua opera autobiografica D’un Rocher à l’autre: itinéraire d’un chef  (Ed. La Martinière), nel corso d’una confessione superba e commovente.

 

In sette anni, Marcel Ravin, in virtù del suo cuore d’umanista, s’è costruito un’identità ibrida, frutto del suo passato, delle madeleine alla Proust che lo contraddistinguono e delle incommensurabili risorse della Costa Azzurra. È così che, armato del suo spartito culinario al Blue Bay, ristorante del grand’hotel, ricco di piatti caratteristici, ha preso posto di fronte al mare, meritandosi un pubblico di gourmet conoscitori.

Marcel Ravin ha saputo trasmutare il repertorio antillano, a modo suo, conciliando al meglio queste influenze diverse, che conferiscono alla sua cucina una «colonna vertebrale» fatta di sapori ricercati e gustosissimi. La sandra arrosto al forno, bagnata con una vinaigrette di littorine e di limone verde, l’involtino di orata alle verdure e al bacon in salsa Nantua, il rombo arrosto ai carciofi, condito con mandorle e fichi all’ibisco, le uova bio alla manioca tartufata e succo di maracuja (una varietà del frutto della passione) – il suo attuale capolavoro, il piccione nostrano arrosto al cacao speziato, bulgur stile risotto e funghi: tutto ciò ha letteralmente trasformato il repertorio abituale dei grand’hotel del mediterraneo, facendo emergere il Blue Bay del Monte-Carlo Bay quale stella di prima grandezza nel firmamento delle destinazioni gastronomiche del Principato.

 

Cuoco di gran cuore e fedele ai suoi principi, Marcel Ravin, sempre attento ai minimi dettagli, prende dei rischi, innova, si rimette in discussione… La sua gestualità estremamente meditata lo spinge innanzi, verso le rive ammalianti della cucina meticciata, così rara in Europa, e che dovete necessariamente scoprire in questo angolo di Principato!

 

 

Scoprite suo universo su Facebook o attraverso il suo libro : D’un rocher à l’autre : itinéraire d’un chef