E-magazine Monte-Carlo Society Estate 2013

 
 

Ogni trimestre, ritrovate tutta l’attualità del Principato di Monaco, sfogliando online la rivista Monte-Carlo Society.

Monte-Carlo Society FRIn quest’edizione esclusiva, S.A.S. il Principe Alberto II ci concede un’intervista in cui ripercorre per noi i 150 anni della Société des Bains de Mer, evocando la storia stessa di Monte-Carlo, sinonimo di lusso, prestigio e raffinatezza. Il Principe Alberto II si esprime inoltre sulle attrattive di Monaco, che non sono soltanto legate alla sua storia, ma anche ai suoi numerosi eventi, siano essi di natura culturale, sportiva, o altra… 
 

Altezza, la Société des Bains de Mer è nata sotto l’egida di François Blanc, e in particolare su invito del suo antenato, il Principe Carlo III, a seguito di un’ispirazione di sua madre, la Principessa Carolina. Quali sono le sue impressioni riguardo questa straordinaria avventura?
 

La contemplo con ammirazione, perché da parte dei miei antenati – che si sono lanciati in un progetto del genere - c’è voluta una grande audacia, molta immaginazione, sostenuta da una visione del futuro, e beninteso, un grande senso della politica. La Principessa Carolina, certa che si trattasse di un progetto ben fondato, riuscì a convincere il figlio, il Principe Carlo III, che realizzò le sue idee. François Blanc, proprio come sua moglie Marie, era animato da un grande senso degli affari e da una volontà incrollabile. Erano entrambi ispirati da una visione nel lungo termine dello sviluppo economico del Principato. Non si può far altro che lodare  la loro lungimiranza in tema di sviluppo turistico.

 

La nascita di Monte-Carlo ha determinato una notevole svolta nella storia della regione, oltre che nell’ambito turistico. Qual è il Suo ruolo nella perpetuazione d’un’eredità del genere?
 

Monte-Carlo è conosciuta in tutto il mondo. Il suo nome è sinonimo di lusso, raffinatezza, bellezza ed un certo stile di vita. Per il Principato è il fiore all’occhiello che lo distingue a livello internazionale. Ovviamente la mia principale preoccupazione è che tale quartiere conservi il fascino che gli ha permesso di guadagnarsi una tale fama, ma anche che si rinnovi di pari passo con i tempi che stiamo vivendo. È una sfida molto interessante, in cui sono impegnati sia il mio governo sia l’SBM, in particolare con i progetti di rinnovamento dell’Hôtel de Paris e dello Sporting d’Hiver.
 

In che modo Lei collabora con Société des Bains de Mer, oggi Monte-Carlo SBM ?
 

La SBM, con i suoi casinò, gli hotel e gli altri stabilimenti, ha sicuramente una posizione di spicco nella nostra economia. Inoltre svolge un ruolo sociale fondamentale, poiché costituisce il più importante datore di lavoro privato del Principato, e conta molti impiegati monegaschi.

Il governo del Principato ha sempre avuto rapporti molto stretti costruttivi con l’SBM. Vengo costantemente aggiornato sulla situazione del gruppo, che attualmente attraversa un periodo difficile. È una delle mie principali preoccupazioni, poiché tale società influenza in modo significativo l’economia del mio paese, ma sono certo che saprà sormontare le sfide che caratterizzano questi suoi ultimi tempi.
 

Quali sono, oggi come oggi, le attrattive di Monaco? Sono ancora legata la sua storia fuori dal comune?
 

Monaco si contraddistingue per tutta una serie di incontestabili «atout»: sicurezza, qualità della vita, sistema scolastico, stabilità politica, ma anche la sua storia. Monaco è sempre stato considerato un luogo propizio al divertimento, e a tale proposito voglio congratularmi con l’SBM, che ha saputo perpetuare tale tradizione nel corso del tempo. In effetti è tuttora uno dei partner più importanti delle manifestazioni sportive e culturali del Principato.

 

L’immagine del Principato è retta almeno in parte dagli stabilimenti del gruppo Monte-Carlo SBM. Come immagina il suo futuro?
 

Prevedo un avvenire caratterizzato da molta serenità. Nutro grandi ambizioni per il mio paese, che non avendo debiti verso l’estero, ha saputo superare le crisi finanziarie ed economiche che si sono manifestate sin dal 2008. So che tutto il personale della SBM è impegnato nel mantenimento del livello d’eccellenza a cui il gruppo deve la sua reputazione. Conto sulla mobilitazione di tutti  quanti, affinché l’immagine di Monaco continua a rappresentare un riferimento internazionale in tema di capacità ricettive.


S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco
 

> Consultate l’e-magazine Monte-Carlo Society