#BLPMC

 
 

Il «Nouveau Musée National de Monaco» (NMNM) – Villa Paloma, presenta un’installazione di BLP, che avrà luogo nel Principato dal 20 febbraio al 30 settembre 2014, nell’ambito dell’esposizione Richard Artschwager!

Che cos’è un BLP ?

Il BLP, pronuncia «blip», è stato creato da Richard Artschwager verso la fine degli anni Sessanta.Café de Paris

Si concretizza sotto forma di un segno nero di forma oblunga, e dai bordi arrotondati, il cui scopo è orientare lo sguardo e attrarre l’attenzione su luoghi e cose che altrimenti passerebbero inosservati.

 

Prodotti a partire di tutta una serie di materiali (dal vinile alla vernice spruzzata su stampi, passando per il legno e il crine sintetico), i BLP di Artschwager sono stati installati negli Stati Uniti e in Europa, nei più svariati luoghi pubblici (metro, facciate, musei, eccetera).

Per interi decenni, i BLP hanno trasformato tanto gli spazi artistici quanto le strade, ponendo le basi per lo sviluppo del cosiddetto «sguardo inutile» – quello a cui l’artista ha aspirato nel corso dell’intera carriera – qualcosa di paragonabile a una punteggiatura priva d’utilità.

A proposito di Richard Artschwager…

Richard Artschwager (1923-2013) ha prodotto dipinti, sculture e disegni per oltre sessant’anni, sovvertendo la nostra percezione del quotidiano e degli oggetti più comuni, e rendendo insolito ciò che c’era sempre sembrato familiare. Sin dall’inizio della sua carriera artistica, ha tenuto a sottolineare come volesse realizzare «oggetti inutili», opere d’arte con cui porre fine all’inconsapevolezza dell’ambiente di tutti i giorni, obbligandoci invece a un incontro-scontro visivo e fisico, in tempo reale e in uno spazio condiviso.

 

Artschwager ci ha così regalato opere di raro potenziale concettuale ed estetico, e sicuramente tra le più significative della fine del XX secolo, in una miscela originale di minimalismo, arte concettuale e pop art. Ha sperimentato i suoi BLP – semplici «punti» allungati che ha preso a realizzare nel 1967-1968 – fino agli estremi, presentandoli in ogni contesto possibile nell’ambito degli stessi musei, di modo da rendere ancor più «visibile» tutto ciò che li circondava, come lui stesso ha voluto spiegare.

I BLP fanno la loro comparsa negli stabilimenti Monte-Carlo SBM

La Riviera francese è sempre stata fonte d’ispirazione per artisti di tutte le correnti. Luce, mare e paesaggi hanno alimentato la loro creatività. Ebbene, Monte-Carlo è una città contemporanea e fuori dal tempo, una cornice in cui si può godere nel contempo di piaceri atemporali – lusso, gioco, vita notturna – così come delle meraviglie dell’arte, dell’audacia architettonica, delle scoperte della scienza e della tecnologia, e ciò in un incrociarsi di dolce eleganza Belle Epoque e pulsioni futuriste.

 

La Société des Bains de Mer, nata oltre 150 anni or sono per proporre ai suoi clienti un’esperienza «totale e unica» (e non una semplice vacanza o soggiorno), è sempre alla ricerca di quei talenti capaci di segnare la storia della creatività umana – nel presente o nel futuro.

La mescolanza stessa di stili artistici è ciò che caratterizza i diversi stabilimenti del Resort.

 

Dieci diversi stabilimenti del gruppo partecipano al progetto… Ora tocca a voi! Siete infatti invitati a scoprire dove si nascondono i molti BLP di Artschwager!

Participate al grande Gioco-Concorso #BLPMC

Lasciate vagare lo sguardo negli spazi urbani, alla ricerca dei BLP, e dal 20 febbraio al 30 settembre condividete le vostre scoperte fotografando un BLP e pubblicandolo su Instagram o Twitter (hashtag #blpmc) o inviandolo per email a: 

 

In palio un soggiorno d’una notte e per due persone al Monte-Carlo Bay Hotel & Resort, nonché un trattamento presso le SPA Cinq Mondes. Il vincitore sarà estratto il 1 ottobre 2014!

 

 

Per ulteriori informazioni: www.blpmc.com 

 


 

 

Facebook

 

Twitter

 

> Instagram

 

Google +